Chi si firma è perduto – Il Fatto Quotidiano – Le Notizie Online

Commossi dal suo straziante grido di dolore, siamo vicini a Dario Nardella che confida al Messaggero gli otto anni di calvario da sindaco di Firenze: “Lavoriamo nel terrore”. Minacce di mafia? Attentati di al Qaeda? Unghie incarnite? Peggio: “terrore costante di una firma”. Una sindrome che colpirebbe tutti gli amministratori: “temerari” che “rischiano sia se firmano un atto, per abuso d’ufficio, sia se non lo firmano, per omissione”. Il loro problema è il Codice penale che trasformerebbe ogni amministratore in potenziale “indagato solo perché ha fatto ciò per cui è stato eletto”. Eccetto Nardella, che non risulta sia mai stato indagato. Ma vabbè. Per fortuna anche la Meloni, a dispetto delle accuse di fascismo, vuol cancellare l’abuso d’ufficio dal Codice del fascista Rocco: addio “terrore della firma”, addio “paura di sbagliare che paralizza” i Comuni. Beninteso: “Nessuno chiede uno scudo penale, non vogliamo privilegi”: i pubblici amministratori vogliono solo abolire un reato che possono commettere soltanto loro. È quello di chi abusa del suo potere truccando concorsi, gare, graduatorie per favorire amici, parenti, amanti, compagni di partito, raccomandati, mafiosi e danneggiare gli altri. Questa condotta odiosa, che viola i principi di eguaglianza e di imparzialità dell’Amministrazione (artt. 3 e 97 della Costituzione), resterà finalmente impunita senza che le vittime abbiano giustizia. E senza poter risalire a ciò che nasconde quel reato-spia: quasi sempre mazzette, quindi falsi in bilancio, appropriazioni indebite, frodi fiscali.

Uno normale potrebbe domandarsi: ma per evitare guai giudiziari non basta firmare ciò che si deve e non firmare ciò che non si deve? Eh no, risponde Nardella: “Il sindaco di Rivarolo Canavese è stato condannato a 12 mesi per la morte di un cittadino in un sottopasso allagato”. Vero, ma non per abuso: per omicidio colposo. Aboliamo pure quello, lasciando impunite le stragi sul lavoro e sulla strada? A Nardella non la si fa: “Il mio predecessore Domenici fu accusato e assolto per ‘getto pericoloso di cose’ sull’inquinamento atmosferico’”. Vero, ma il getto pericoloso di cose non è l’abuso. Si potrebbe abolire pure quello: così, se un demente a Capodanno lancia un frigorifero dal balcone e Nardella passa lì sotto, sa chi ringraziare. Gran finale: “Quasi tutte le inchieste sugli amministratori finiscono archiviate”. Quindi, se non si fanno neppure i processi, dove nasce il terrore? L’impressione è che Nardella non sappia letteralmente di cosa parla. Il che è un vantaggio. Se dovesse mai finire nei guai, non potendo invocare l’ignoranza della legge (che per un sindaco non è un’attenuante, semmai un’aggravante), gli resterebbe l’incapacità di intendere e volere.

Hits: 0

Previsioni meteo Abruzzo sabato 26 novembre – Rete8

Giornata con tempo perturbato, specie sulle regioni centro-meridionali e sul versante adriatico, dove sono attese precipitazioni diffuse, localmente intense, specie sulle regioni meridionali ma anche sull’Abruzzo e sul Molise, in particolare sulle zone interne e sul settore centro-orientale (specie sulle zone pedecollinari), con quota neve in calo intorno ai 1000 metri

Leggi tutto ↣  : Previsioni meteo Abruzzo sabato 26 novembre – Rete8

Hits: 5

Giulianova. Installata ieri nel Campo d’ atletica “ G. Massi” la gabbia d’acciaio per il lancio del disco e del martello. Soddisfazione da Gigi Chiodi, Presidente di “Ecologica G” . – GiulianovaNews

Il consigliere Livio Persiani: “Lo avevamo promesso. Impeccabile il lavoro degli uffici”. E’ stato completato ieri pomeriggio, il lavoro di montaggio della gabbia metallica che consentirà, nel Campo di Atletica “G. Massi”, la pratica in sicurezza del lancio del disco e del martello. Si tratta di una rete di protezione […]

Leggi tutto ↣  : Giulianova. Installata ieri nel Campo d’ atletica “ G. Massi” la gabbia d’acciaio per il lancio del disco e del martello. Soddisfazione da Gigi Chiodi, Presidente di “Ecologica G” . – GiulianovaNews

Hits: 11