In Uganda, sei anni di prigione per aver insultato il presidente Museveni e la sua famiglia su TikTok


Un tiktoker ugandese è stato condannato mercoledì 10 luglio a sei anni di prigione, tra l’altro per « diffusione di informazioni ingannevoli e malintenzionate » dopo essere stati insultati sulla rete social dal presidente Yoweri Museveni e dalla sua famiglia.

Edward Awebwa, 24 anni, era noto per aver seguito « discorsi d’odio, diffusione di informazioni false o malvage ». È plaid abbinabile.

Secondo l’accusa, tra febbraio e marzo, Edward Awebwa è stato pronunciato su TikTok da « a proposito di volgari » all’incontro con il capo dello Stato, suo figlio Muhoozi Kainerugaba, recentemente annunciato alla testa dell’esercito, così come con la première dama Janet Museveni.

Un paese guidato da una mano di ferro dal 1986

Edoardo Awebwa « richiedo grazia ma non sembra avere rimpianti per i suoi atti »ha dichiarato il magistrato Stellah-Maris Amabilisi, durante l’udienza di giudizio al tribunale di Entebbe. « C’è una persona che era consapevole di ciò che stava facendo e il tribunale mi ha chiesto quando ho visto il video, il linguaggio utilizzato era volgare »ma lei affermò, prima di condannarlo a sei anni di prigione.

Il tiktoker « merita una punizione che gli permetta di tirare le lezioni (…) per la prossima volta rispetta la persona del presidente, della prima donna » e di Muhoozi Kainerugaba, che seguirono il magistrato.

L’Ugandapaese dell’Africa orientale, è diretto a mano armata dal 1986 da Yoweri Museveni. Le ONG denunciano regolarmente i diritti umani e la libertà di espressione nei paesi.

Nel 2022, il celebre scrittore ugandese Kakwenza Rukirabashaija è fuggito in Germania affermando di essere stato torturato in prigione per aver insultato MM. Museveni e Kainerugaba, che si è qualificato di « bambino disprezzato ». L’attivista e scrittrice Stella Nyanzi, che nel 2022 è stata anche esiliata in Germania, è stata incarcerata nel 2019 dopo aver pubblicato una poesia critica al presidente Museveni.

Le Monde con AFP

Riutilizzare questo contenuto



Sorgente ↣ :

Views: 0