In Canada, la fronda anti-Trudeau si prende cura dell’abbondanza


A distanza di tempo dai sondaggi del suo rivale conservatore Pierre Poilievre, il primo ministro è contestato anche dal suo partito liberale

Montreal

La Trudeaumania è alle porte. Circa un decennio dopo l’elezione trionfale di Giustino Trudeau nell’ottobre 2015, il tasso di popolarità del leader liberale è più basso. In occasione delle elezioni presidenziali del 2019 e del 2021, il figlio di fuoco Pierre-Eliott Trudeau ha incontrato un’impopolarità notevole nell’opinione pubblica e nei suoi stessi ranghi. Dati ampiamente persi in tutti i sondaggi effettuati dai conservatori di Pierre Poilievre alle prossime elezioni dell’ottobre 2025, con circa il 20% di ritardo rispetto alla concorrenza populista, il capo del governo si è trovato di fronte a una schiera di anziani ministri influenti e deputati, che ne hanno chiesto le dimissioni.

Numerosi personaggi liberali hanno criticato Trudeau in privato per molto tempo, ma le lingue sono state pubblicate nelle ultime settimane. « Il Partito liberale non è il partito di una persona, ma trae vantaggio da alcuni valori che lo animano (…) Il primo ministro lascia un’eredità che può essere esposta, ma…

Questo articolo è riservato agli abbonati. Hai ancora l’81% di probabilità di scoprirlo.

Vuoi leggere tutto?

Sblocca immediatamente tutti gli articoli.

Già iscritto?
Accedi



Sorgente ↣ :

Views: 0