I metodi della SNCF per nascondere una parte dei treni in ritardo


La differenza è spettacolare. Da un lato, i dati della SNCF affermano che solo un TGV in arrivo è in ritardo nel 2023. Dall’altro, l’Autorità di regolamentazione dei trasporti (ART) emette ritardi per un TGV su cinque sullo stesso anno. Ci sono cifre che passano quasi dal semplice al doppio. In totale, questo rappresentante conta in media 86 ritardi al giorno, conteggiati dall’ART ma non dalla SNCF. Allora qual è la ragione, qual è il torto?

La risposta si trova effettivamente nella definizione stessa di chi è un ritardato. Per la SNCF, alcuni treni arrivano in ritardo di cinque, dieci, quindici minuti, e non sono conteggiati come numeri di telefono. Senza dimenticare che l’insieme di queste cifre non è che di medie dimensioni e può variare notevolmente a seconda dell’ora, del giorno o del mese di viaggio.

► Il video è disponibile in fondo all’articolo

Per questa inchiesta, le Monde ha esplorato i database di SNCF e ART. In alternativa, l’utilizzo dei treni, consultabili online, consente di effettuare conteggi più o meno vantaggiosi sui treni in ritardo.

Alcune delle nostre fonti:

Rimane il 0% di questo articolo da leggere. La suite è riservata agli abbonati.



Sorgente ↣ :

Views: 11