Bagnante salvato a 80 km dalla spiaggia del Giappone dopo 36 ore


Una donna che stava nuotando in Giappone è stata salvata dopo essere stata trascinata a 80 km (50 miglia) di distanza dalla spiaggia dove si trovava con un’amica.

La cittadina cinese sui vent’anni, che indossava un salvagente, ha trascorso 36 ore in acqua prima di essere individuata da una nave cargo al largo di una penisola a sud di Tokyo.

Un’imbarcazione più piccola nelle vicinanze è stata allertata e due membri dell’equipaggio si sono tuffati in mare per salvarla, riporta l’agenzia di stampa AFP.

Secondo l’agenzia di stampa Kyodo, gli elicotteri della Guardia Costiera hanno poi trasportato la donna, disidratata ma cosciente, in ospedale.

La polizia è stata allertata lunedì sera quando la donna, di cui non è stato reso noto il nome, è stata denunciata come scomparsa dopo essere andata a nuotare nella prefettura di Shizuoka, a sud-ovest della capitale.

“Erano circa le 19:55 [10:55 GMT] “L’8 luglio, quando abbiamo ricevuto l’informazione dopo che un’amica della donna aveva segnalato la sua scomparsa a un minimarket lì vicino”, ha detto all’AFP un funzionario locale della Guardia costiera giapponese.

Ha affermato che c’erano “80 km in linea retta” tra la spiaggia su cui si trovava e il luogo in cui è stata salvata al largo della penisola di Boso, nella prefettura di Chiba.

“Ma si suppone che si sia spostata per una distanza ancora maggiore.”

La donna ha raccontato ai soccorritori di non essere riuscita a tornare sulla spiaggia dopo essere stata trascinata in mare a causa del salvagente.



Sorgente ↣ :

Views: 7