George Clooney chiede a Joe Biden di abbandonare la corsa presidenziale


George Clooney ha lanciato un duro appello a Joe Biden affinché si ritiri dalla corsa alla presidenza degli Stati Uniti, poche ore dopo che la democratica Nancy Pelosi ha eluso le domande sulla sua eventuale permanenza.

L’attore di Hollywood e importante fundraiser del Partito Democratico ha affermato che il presidente ha vinto molte battaglie nella sua carriera, “ma l’unica battaglia che non può vincere è la lotta contro il tempo”.

I suoi commenti sono arrivati ​​poche ore dopo che la signora Pelosi, ex presidente della Camera, si era unita alla crescente inquietudine nel partito, affermando che il tempo a disposizione di Biden per decidere se restare in corsa contro Donald Trump dopo un dibattito disastroso alla fine del mese scorso “stava per scadere”.

Clooney ha detto sul New York Times che era “devastante dirlo”, ma il signor Biden che ha incontrato a una raccolta fondi tre settimane fa non era il “Joe ‘big ****ing deal” Biden del 2010. Non era nemmeno il Joe Biden del 2020.

“Era lo stesso uomo che abbiamo visto tutti al dibattito”, ha detto. “I leader dei nostri partiti devono smetterla di dirci che 51 milioni di persone non hanno visto quello che abbiamo appena visto noi.

“Si tratta di età. Niente di più”, ha continuato. “Non vinceremo a novembre con questo presidente”.

Il crescente dissenso è emerso durante una delle settimane più importanti della travagliata campagna di rielezione di Biden, mentre ospita un vertice cruciale della Nato a Washington.

Nel programma Morning Joe della MSNBC, alla domanda se appoggiasse la rielezione del presidente Biden, la Pelosi ha risposto: “Voglio che faccia tutto ciò che deciderà di fare”.

“Spetta al presidente decidere se candidarsi. Lo stiamo tutti incoraggiando a prendere questa decisione, perché il tempo stringe.

La sua risposta sembra ignorare la ripetuta dichiarazione fatta lunedì dal signor Biden nello stesso programma, in cui affermava di essere determinato a restare in corsa.

Il presidente ha faticato a mantenere alto il morale all’interno del suo partito dopo la sua prestazione nel dibattito del 27 giugno contro Trump.

Da allora, circa una dozzina di democratici eletti gli hanno suggerito, in dichiarazioni pubbliche e private, di abbandonare la campagna elettorale.

Martedì, Michael Bennet del Colorado è diventato il primo senatore democratico a esprimere pubblicamente il proprio dissenso.

Sebbene non abbia chiesto le dimissioni immediate di Biden, ha affermato che Trump avrebbe vinto le elezioni, probabilmente con una “vasta vittoria”.

Altri sono stati molto più diretti.

La deputata del North Jersey Mikie Sherril ha dichiarato: “Gli chiedo di dichiarare che non si ricandiderà alle elezioni”.

Riconoscendo la pressione, la signora Pelosi ha detto mercoledì: “Ho detto a tutti: aspettiamo. Qualunque cosa stiate pensando, ditelo a qualcuno in privato, ma non dovete metterla sul tavolo finché non vediamo come andrà questa settimana. Ma sono molto orgogliosa del presidente”.



Sorgente ↣ :

Views: 0